Impresa di Fraternali alla Granfondo Straducale

Il corridore nativo di Urbino e residente nel comune di Cagli (Pu) e la Lancioni, che è di Filottrano (An), fanno loro il tracciato lungo della manifestazione svoltasi a Urbino (Pu). Nel corto, invece, successi per D’Angelo, ciclista di Penne (Pe), e per la vicentina Bergozza. Nella classifica agonistica per società vince la Ciclismo Montecchio e in quella cicloturistica primeggia la Scd Fanese. Sono stati 900, tra agonisti e cicloturisti, gli iscritti alla granfondo organizzata dalla Ciclo Ducale.

La grande vittoria di Fraternali sul traguardo di Urbino (ph Play Full)

24 giugno 2018, Urbino (Pu)  Mattia Fraternali Barbara Lancioni nel tracciato di 136 chilometri e Davide D’Angelo e Michela Bergozza nel percorso di 90 chilometri sono i quattro vincitori della 15ª Granfondo Straducale, gara che è stata organizzata a Urbino dalla Ciclo Ducale. Tra le società successo nella classifica agonistica per la Ciclismo Montecchio e in quella cicloturistica per la Scd Fanese. Sono stati 900 gli iscritti, tra agonisti e cicloturisti. Infatti quest’anno sul percorso di 90 chilometri si è svolta anche una cicloturistica.
 
Venendo alla gara vera e propria, dopo la divisione dei due percorsi nel lungoall’inseguimento di Mattia Fraternali della Miche - Mg.K Vis - Legend - Lgl, all’attacco dal chilometri 20, si portano Giorgio Anselmicchio del Di Gioia Cycling Team, Filippo Viti dell’Mc Cycling Time, Federico Pozzetto della Cicli Copparo, Federico Scotti della Cannondale - Gobbi - Fsa e Francesco Gustinicchi del Miche - Mg.K Vis - Legend - Lgl. Lungo le rampe del Monte Nerone all’inseguimento di Fraternali restano Pozzetto, Gustinicchi e Scotti. A cinque chilometri dal GPM anche Gustinicchi perde contatto. In discesa Pozzetto si porta solitario all’inseguimento di Fraternali, ma Scotti non molla e a Urbania rientra sul corridore della Copparo. Subito Scotti apre il gas e si lancia da solo all’inseguimento di Fraternali, senza però trovare l’aggancio. Alla fine, dunque, Fraternali, corridore nativo di Urbino e attualmente residente a Smirra di Cagli (Pu), vince in solitaria dopo 116 chilometri di fuga. Secondo è Scotti e terzo Pozzetto. Tra le donne vittoria in solitaria per Barbara Lancioni dell’Mg-K Vis-Somec-Lgl.
 
Nel corto, invece, sedici battistrada attaccano la salita di Monte Cagnero. Lungo le rampe dell’ascesa il drappello si sgrana e allo scollinamento attaccano Davide D’Angelo del Team Go Fast e Luca Fantozzi del 360 Bike Team. A meno di dieci chilometri al loro inseguimento si porta Davide Tonucci del Bi-Bike Sc, che trova l’aggancio. Alla fine i tre si giocano la vittoria allo sprint ed è D’Angelo, ciclista di Penne (Pe), a imporsi davanti a Fantozzi e a Tonucci. Tra le donne successo per la vicentina Michela Bergozza del Breganze Millenium, giunta al traguardo con un ampio margine di vantaggio. 
 
Prima del via gli organizzatori hanno consegnato il premio “Raniero Giannotti” al fair play al pesarese Mauro Sanchini, ex motociclista e ora commentatore tecnico del mondiale MotoGP su Sky, che ha preso il via con il numero uno. Il premio “Bibi Pazzaglia” per il primo uomo e la prima donna transitati al GPM del Monte Nerone è andato a Fraternali e alla Lancioni.
 
La manifestazione ha offerto anche alcuni eventi collaterali nella giornata di sabato: il percorso mtb per ragazzi dai 6 ai 14 anni alla fortezza Albornoz, la maratona di spinbike nel cortile del Collegio Raffaello e “I vigol d’Urbin”, cioè una passeggiata in mtb per i vicoli cittadini. Senza dimenticare l’area expo in Piazza della Repubblica.
 
 
 
Ordine d’arrivo maschile percorso lungo: 1) Mattia Fraternali (Miche - Mg.K Vis - Legend - Lgl) 04:00:09.80, 2) Federico Scotti (Cannondale - Gobbi - Fsa) 04:00:41.37, 3) Federico Pozzetto (Cicli Copparo) 04:04:13.96, 4) Filippo Viti (Mc Cycling Time) 04:12:35.75, 5) Francesco Gustinicchi (Miche - Mg.K Vis - Legend - Lgl) 04:12:38.99, 6) Cesare Pesciaroli (Di Gioia Cycling Team) 04:16:24.33, 7) Giorgio Anselmicchio (Di Gioia Cycling Team) 04:19:38.27, 8) Ersilio Fantini 04:23:31.70, 9) Stefano Simoneschi (Ct Spoleto) 04:23:34.32, 10) Simone Costarelli (Cannondale - Gobbi - Fsa) 04:23:34.93.
 
Ordine d’arrivo femminile percorso lungo: 1) Barbara Lancioni (Mg-K Vis-Somec-Lgl) 04:31:13.80, 2) Debora Morri (Team del Capitano) 04:46:09.92, 3) Chiara Turchi (Cicloteam San Ginese) 04:50:26.70. 
 
Ordine d’arrivo maschile percorso corto: 1) Davide D’Angelo (Team Go Fast) 02:21:15.97, 2) Luca Fantozzi (360 Bike Team) 02:21:16.82, 3) Davide Tonucci (Bi-Bike Sc) 02:21:16.84, 4) Helenio Mastrovincenzo (Fight Club) 02:22:35.28, 5)Fabio Virgili (Giuliodori Renzo - Bike Club Cafè) 02:22:36.30, 6) Mauro Cappelletti(Team Go Fast) 02:22:37.87, 7) Domenico Camarra(Team Go Fast) 02:22:41.95, 8) Gregory Bianchi (Team Effe Codini Massinelli Tre B) 02:22:42.80, 9) Gianluca Berti (Ciclismo Montecchio) 02:22:43.29, 10) Fabio Tarquini (Tormatic) 02:22:44.30.
 
Ordine d’arrivo femminile percorso corto: 1) Michela Bergozza (Breganze Millenium) 02:31:23.99, 2) Caterina Morgante (Giuliodori Renzo - Bike Club Cafè) 02:37:40.7834,25, 3) Lorena Zangheri (Omm Melania Faleria) 02:37:53.56.